LA CONFLITTUALITA’ DEI GENITORI NON GIUSTIFICA L’AFFIDO ESCLUSIVO

Così ha stabilito la Corte di Cassazione nella sentenza del 3 dicembre 2012 n. 21591, ribadendo un principio che si va gradualmente consolidando e cioè che il conflitto genitoriale non può essere un elemento su cui fondare, in assenza di ulteriori presupposti, un affidamento esclusivo ad uno dei genitori. La Corte,  respingendo il ricorso di una madre che fra l’altro lamentava l’avversione dei figli verso il padre come ragione giustificatrice della sua richiesta di affido esclusivo,  ha ritenuto corretta l’interpretazione assunta dalla Corte d’Appello di L’Aquila secondo cui : “la conflittualità esistente tra i coniugi non può di per sé, né astrattamente né con riferimento allo specifico caso in esame, giustificare la deroga dal regime di affido condiviso in quanto lo stesso è stato ritenuto maggiormente idoneo a riequilibrare la condizione del ruolo genitoriale in favore dell’interesse dei figli ed ha ritenuto che :”a fronte di un regime legale che impone l’affido condiviso,  se non in caso di contrasto dello stesso con l’interesse preminente del minore, non emergessero ragioni contrarie tali da giustificare l’affido dei minori alla sola madre …” . 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.