PROCESSO ETERNIT :dirigenti condannati e risarcimenti milionari

“Una sentenza storica per il piu’ grande disastro ambientale italiano, quello provocato dall’Eternit, la multinazionale svizzera dell’amianto, fallita nel 1986. Diciotto anni di reclusione per il suo titolare Stephan Schmidheiny.

Il processo d’appello per la strage Eternit che ha causato con i suoi quattro stabilimenti italiani circa tremila vittime, tra morti e malati di asbestosi nei comuni di Casale Monferrato, Cavagnolo, Rubiera e Bagnoli, si chiude con una condanna piu’ pesante di quella inflitta in primo grado al magnate svizzero. Molte pero’ le differenze rispetto al processo di primo grado. A cominciare dalle parti civili che per diverse ragioni non saranno risarcite.” (Fonte ASCA)

Riportiamo in allegato il testo integrale della sentenza per chi abbia voglia di approfondire. SENTENZA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *