MANCATO RIPOSO SETTIMANALE: DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO PER USURA

Il Consiglio di Stato nella sentenza n. 7  del 19.04.2013 ha riconosciuto che “il dipendente pubblico ha diritto al risarcimento per danno da usura psicofisica provocato dal frequente mancato godimento del riposo settimanale, reiterato nell’arco di un notevole periodo complessivo di tempo, senza che egli abbia fruito di riposo compensativo ed ancorché abbia percepito le previste maggiorazioni retributive per lo svolgimento di attività lavorativa in giorno festivo”.

Nel caso di specie alcuni dipendenti di un’azienda di trasporto pubblico di passeggeri avevano proposto ricorso contro la stessa chiedendo il risarcimento del danno per aver prestato servizio in più occasioni e ai fini dell’assunzione anche nel giorno destinato al riposo settimanale, senza fruire dei riposi compensativi. Ebbene, il Consiglio in adunanza plenaria ha confermato quanto statuito dal  TAR che accoglieva il ricorso perché la prestazione di servizio in giorno festivo, pur a fronte di una maggiorazione della retribuzione ma non compensata con riposo in altro giorno, dà luogo a risarcimento del danno derivante dall’usura psicofisica, assistito da presunzione assoluta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *