Studio Legale Fasciani
Ricerca per:
ASSEGNO DIVORZILE : l’assegno di mantenimento rappresenta il tetto massimo dell’importo riconoscibile all’ex coniuge

La Corte di Cassazione, premessa l’autonomia e l’indipendenza dei due assegni ( di mantenimento e divorzile), ha statuito che LA DETERMINAZIONE DELL’ASSEGNO DI MANTENIMENTO AVRA’ RILEVANZA NEL SUCCESSIVO GIUDIZIO DI DIVORZIO COSTITUENDO IL «TETTO MASSIMO» TENDENZIALMENTE NON SUPERABILE (IN ASSENZA DI SOPRAVVENUTI MUTAMENTI DELLE CONDIZIONI PATRIMONIALI) NELLA DETERMINAZIONE DELL’ASSEGNO DI DIVORZIO (Cass. n. 5605/2020).
Continua a leggere...

Scioglimento della comunione legale e attribuzione ad uno dei coniugi comproprietari della casa familiare

Le Sezioni Unite (Sentenza n. 18641 del 09/06/2022) pronunciando su questioni di massima e di particolare importanza, hanno affermato che, in sede di divisione di un immobile in comproprietà di due coniugi legalmente separati, già adibito a casa familiare, l’attribuzione del cespite in proprietà esclusiva al coniuge assegnatario configura una causa automatica di estinzione del diritto di godimento … Continua a leggere...

CASSAZIONE : LO SCREENSHOT VALE COME PROVA E NON E’ NECESSARIA l’AUTENTICA NOTARILE

Nuovo pronunciamento degli Ermellini destinato a far discurtere. La V Sezione Penale della Corte di Cassazione,  con la sentenza  n. 8736-2018 , ha chiarito che lo screenshot,  che costituisce  un processo che consente di salvare sotto forma di immagini ciò che viene visualizzato sullo schermo di un computer o di un telefonino, è un documento informatico valido come prova documentale … Continua a leggere...

ASSEGNO DIVORZILE: nessun riferimento al tenore di vita pregresso

La Corte di Cassazione, con la recente sentenza n. 2042 del 26 gennaio 2018 ( allegato_28984_1),  ha escluso che per la costituzione dell’assegno divorzile debba farsi riferimento al precedente tenore di vita goduto in costanza di matrimonio, evidenziando che a tale principio “sia sostituito quello della autosufficienza economica del coniuge“.   La sentenza,   inoltre, ha  definito specifici parametri … Continua a leggere...

FECONDAZIONE ETEROLOGA: LA CONSULTA DICHIARA ILLEGITTIVO IL DIVIETO

imagesCANAOANBLa Consulta ha sancito l’illegittimità costituzionale del divieto della Legge 40/04 sulla pratica della fecondazione eterologa.  La legge 40 viene dunque trasformata in una delle  sue previsioni più significative, appunto la tecnica della PMA eterologa (artt. 4 e 9, L. 40/04) ciò eseguita mediante utilizzo di materiale genetico di terzo donatore, in base alla quale qualora vi sia sterililità … Continua a leggere...

RISARCIMENTO DEL DANNO ENTRO 10 ANNI SE IL PROGETTO DI INGEGNERIA PRESENTA DIFETTI

SE IL PROGETTO DI INGEGNERIA PRESENTA DIFETTI, si può chiedere il risarcimento denunciando i difetti entro 10 anni. E’ quanto ha stabilito la Cassazione nella sentenza del 20.12.2013 n° 28575.

Nel caso di specie , un architetto aveva richiesto l’emanazione di un decreto ingiuntivo nei confronti del proprio cliente, il quale, tuttavia, si era opposto deducendo l’inadempimento del professionista ai … Continua a leggere...

5 CONSIGLI PER SCRIVERE UN PARERE VINCENTE

esameLa prova simulata, che abbiamo svolto il 4 dicembre scorso, ha evidenziato che nonostante una buona preparazione teorica, condizione essenziale per superare qualsiasi esame e concorso, moltissimi concorrenti non sono riusciti a svolgere un elaborato sufficiente ad avere buone possibilità di superare la prova. Molti dei condidati, nonostante una precisa individuazione degli istitituti, non sono riusciti a costruire tecnicamente il … Continua a leggere...

NIENTE MANTENIMENTO PER LA MOGLIE CHE SI DIMETTE

asta-giudiziariaSegnaliamo una interessante sentenza del Tribunale di Treviso,  n.1250/2013, con i giudici di merito hanno stabilito che se la moglie,  in costanza di separazione di fatto, rassegna le dimissioni, perde il diritto al riconoscimento dell’assegno di mantenimento.

INel caso esaminato dal Tribunale, la moglie aveva deciso di dimettersi dalla ditta per cui lavorava, per poter sostenere e collaborare con il

Continua a leggere...
SINISTRO STRADALE: AGGIORNATI GLI IMPORTI DEL DANNO BIOLOGICO DI LIEVE ENTITA’

Pubblichiamo di seguito la tabella relativa al punteggio del danno biologico di lieve entità (sotto i 9 punti di invalidità permanente) con indicazione degli importi, (art. 139 del Codice delle Assicurazioni -Dlgs 209/2005) come aggiornati dal Decreto del Ministero Sviluppo economico del 6 giugno 2013.

TABELLA DEL DANNO BIOLOGICO DI LIEVE ENTITA’
(Tabella di cui all’art. Continua a leggere...

DISTANZE TRA COSTRUZIONI: LA SANATORIA DELL’ABUSO EDILIZIO NON LIMITA I DIRITTI DEL VICINO

La Corte di Cassazione con la sentenza 21947/2013, è tornata sul tema degli effetti che la sanatoria produce rispetto ai terzi, precisanto in particolare che il provedimento con cui il comune sana l’abuso edilizio non impedisce al vicino di chiedere i danni e la riduzione in pristino.

I giudici della Suprema corte hanno chiarito che “in tema di distanze nelle

Continua a leggere...
REGISTRAZIONE MARCHIO D’IMPRESA, IL NUOVO SERVIZIO DI CONSIGLIOLEGALE

Hai bisogno di identificare e valorizzare i tuoi prodotti e servizi, distinguendoli da quelli dei concorrenti e difendendoli dai contraffattori?  Registra il tuo marchio, avrai maggiore visibilità sul mercato e l’opportunità di contraddistinguere la tua azienda.

Da oggi il nostro studio offre un nuovo servizio per consigliarti e supportarti nella procedura di registrazione del marchio d’impresa.

Per ogni informazione contattaci … Continua a leggere...

TRADIMENTO ON LINE: ADDEBITO PER IL CONIUGE SE IL FATTO DIVENTA DI PUBBLICO DOMINIO

Intrattenere una relazione extraconiugale, potrà essere rilevante nell’ambito del rapporto affettivo tra moglie e marito, ma non ha alcuna rilevanza per i giudici qualora il fatto resti riservato e non implichi la lesione dell’onore e della dignità del coniuge. La Cassazione nella sentenza Sentenza n. 8929/2013  ha affermato infatti che ”la relazione di un coniuge con estranei rende addebitabile la … Continua a leggere...

MANCATO RIPOSO SETTIMANALE: DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO PER USURA

Il Consiglio di Stato nella sentenza n. 7  del 19.04.2013 ha riconosciuto che “il dipendente pubblico ha diritto al risarcimento per danno da usura psicofisica provocato dal frequente mancato godimento del riposo settimanale, reiterato nell’arco di un notevole periodo complessivo di tempo, senza che egli abbia fruito di riposo compensativo ed ancorché abbia percepito le previste maggiorazioni retributive per lo … Continua a leggere...

GUIDA IN STATO DI EBBREZZA: NECESSARIO AVVISARE DELLA FACOLTA’ DI NOMINA DEL DIFENSORE

Il Tribunale di Milano, con la sentenza 15 maggio 2013, rafforza le difese a favore dei conducenti stabilendo che l’accertamento mediante etilometro va preceduto dall’avviso della facoltà di nominare un difensore, che lo assista durante le procedure di accertamento.

 Il caso vedeva un conducente fermato da una pattuglia della polizia stradale e sottoposto ad esame alcolimetrico che dava esito positivo … Continua a leggere...

CONSUMO DI DROGA IN GRUPPO: ILLECITO AMMINISTRATIVO E NON REATO

Le Sezioni Unite con la sentenza 25401/2013, confermando la lettura data con la sentenza n. 4 del 1997, hanno risolto un contrasto giurisprudenziale scegliendo l’orientamento per cui “il c.d. consumo di gruppo di sostanze stupefacenti, sia nel caso di acquisto in comune sia in quello del mandato all’acquisto collettivo ad uno degli assuntori e nell’originaria conoscenza dell’identità degli altri, continua … Continua a leggere...

PROCESSO ETERNIT :dirigenti condannati e risarcimenti milionari

“Una sentenza storica per il piu’ grande disastro ambientale italiano, quello provocato dall’Eternit, la multinazionale svizzera dell’amianto, fallita nel 1986. Diciotto anni di reclusione per il suo titolare Stephan Schmidheiny.

Il processo d’appello per la strage Eternit che ha causato con i suoi quattro stabilimenti italiani circa tremila vittime, tra morti e malati di asbestosi nei comuni di Casale Monferrato, Continua a leggere...

CONTO CORRENTE: GLI ESTRATTI CONTO NON SONO SUFFICIENTI A PROVARE IL DEBITO DEL CLIENTE VERSO LA BANCA

Segnaliamo una interessante ordinanza emessa dal Tribunale di Novara  il 26.02.2013 con cui è stata disposta la revoca della provvisoria esecutività di un d.i. avente per oggetto il credito vantato dalla Banca nei confronti del proprio correntista per il sando passivo del conto.

Invero, molto spesso i clienti bancari si trovano dinanzi a situazioni in cui la banca armata di … Continua a leggere...

PUBBLICO IMPIEGO: POSSEDERE LA LAUREA NON DA’ AUTOMATICAMENTE DIRITTO ALLE MANSIONI SUPERIORI

“Il possesso del titolo di laurea non conferisce il diritto al riconoscimento di qualifiche né di assegnazione a mansioni diverse da quelle conseguite nell’ambito del legittimo espletamento delle procedure di assunzione e di eventuale successiva assegnazione a qualifiche e mansioni superiori e la qualifica accademica non può estendere il diritto all’inquadramento lavorativo al di là di quello contrattualmente previsto”.

È … Continua a leggere...

EREDITA’: AL CONIUGE SUPERSTITE SPETTA IL DIRITTO DI ABITAZIONE DELLA CASA FAMILIARE E DI USO DEI MOBILI CHE LA CORREDANO

Come noto, ai sensi dell’art. 540 c.c., al coniuge superstite spettano il diritto di abitazione presso la casa adibita a residenza familiare e di uso dei mobili che la corredano. Tuttavia sussiste contrasto tra i giudici di legittimità circa l’estensibilità di tale diritto, applicato in caso di successione necessaria,  (ovvero quella che stabilisce delle quote del patrimonio che … Continua a leggere...

LA CASSAZIONE CI RIPENSA: NESSUNA RILEVANZA DELLA SINDROME DI ALIENAZIONE PARENTALE PER L’AFFIDAMENTO

Cambio di indirizzo da parte della Cassazione:  nel giro di appena 12 giorni la Suprema corte si pronuncia sulla controversa sindrome da alienazione genitoriale (Pas), ovvero il disturbo di cui soffre un figlio condizionato da un genitore a rifiutare senza motivo i contatti con l’altro. La prima decisione (5847/2013) non mette in discussione la diagnosi di Pas formulata dall’Asl e … Continua a leggere...

AFFIDAMENTO : IL MINORE HA DIRITTO AD ESSERE ASCOLTATO DAL GIUDICE

Il Tribunale di Varese ha emesso di recente il decreto del 24 gennaio 2013 con il quale, in un procedimento la separazione giudiziale, ha precisato che l’ascolto del minore nei procedimenti che grazie alla legge n. 219/2012, che riformato alcune norme sullo status filiationis, il minore ha un vero e proprio diritto soggettivo ad essere ascoltato, proprio perché il … Continua a leggere...

NUOVO REDDITOMETRO: PER I GIUDICI E’ ILLEGITTIMO

Il Tribunale di Napoli (nella specie la sezione distaccata di Pozzuoli) boccia il nuovo redditometro.

Tale strumento, infatti, da poco rinnovato dal Decreto Ministeriale del 24 dicembre 2012 (pubblicato in G.U. n. 3 del 4 gennaio 2013), che ha determinato il contenuto degli elementi indicativi della capacità contributiva in base al quale il fisco potrà fondare la ricostruzione sintetica del … Continua a leggere...

FACEBOOK E’ UNA PIAZZA VIRTUALE: I POST OFFENSIVI INTEGRANO IL REATO DI DIFFAMAZIONE

Questo è quanto stabilisce il G.I.P. di Livorno con la sentenza n. 38912 del  02 ottobre – 31 dicembre 2012;  il caso trattato rientra tra quelli più frequenti: un ex dipendente di un centro estetico licenziato, a suo dire ingiustamente, pubblica dei post dal contenuto chiaramente denigratorio rispetto alla professionalità del centro estetico sulla “bacheca” del proprio Continua a leggere...

SE LA CALDAIA NON E’ A NORMA NE RISPONDE IL TECNICO MANUTENTORE CHE NON NE IMPEDISCE L’UTILIZZO
Così si è espressa la Corte di Cassazione nella sentenza 13.12.2012 n° 48229, sul caso di  un manutentore che veniva chiamato, con contratto d’opera, per controllare l’installazione e il malfunzionamento di una caldaia a gas in una abitazione. Purtroppo, per aver omesso di eseguire un completo ed efficace controllo la caldaia  che presentava un pezzo non originale,  ha causato  
Continua a leggere...
GENITORI GAY: IL PREGIUDIZIO A CARICO DEL MINORE VA DIMOSTRATO

Ha fatto discutere la sentenza del 11 Gennaio 2013, n. 601, pronunciata Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione, con cui si è stabilito che il danno per lo sviluppo del minore affidato ad un nucleo familiare omosessuale deve essere dimostrato. 

Tuttavia, tale principio,  lungi dal rappresentare il riconoscimento del diritto di persone omosessuali alla paternità/maternità, va contestualizzato rispetto … Continua a leggere...

COLLOQUI TRA AVVOCATO E CLIENTE: ANCHE IL BAR E’ UN LUOGO ADEGUATO

L’avvocato può fare le sue comunicazioni al cliente anche al bar. Nel caso specifico l’assistito, che aveva perso una causa di sfratto, negava i caratteri della completezza ed adeguatezza delle comunicazioni perché il colloquio informativo con il legale era avvenuto in una sede sfornita dei requisiti di professionalità, il bar appunto. Una tesi bocciata dalla Corte di Cassazione, con la … Continua a leggere...

LA NOMINA DELL’AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO PRESUPPONE LO STATO DI INCAPACITA’ ATTUALE E NON FUTURO

L’amministratore di sostegno può essere effettivamente nominato dal giudice soltanto se e quando si verifica la condizione di incapacità del designante. La pronuncia riguarda il caso di una donna che  in  previsione di una sua futura ed eventuale incapacità con scrittura privata autentica dal notaio, aveva indicato due persone come amministratori di sostegno e dato indicazioni circa le cure mediche Continua a leggere...

MATRIMONIO NULLO SE CELEBRATO SOLO PER “RIPARARE” IL CONCEPIMENTO NON VOLUTO DEL FIGLIO

Se il matrimonio è celebrato per “riparare” al concepimento non voluto del figlio e tale riserva mentale è conosciuta dall’altro coniuge, il matrimonio è nullo.

E’ quanto ha stabilito dalla Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione, con la sentenza 30 marzo 2012, n. 5175.

Secondo la Cassazione, infatti, la breve durata, di appena dieci mesi, della convivenza matrimoniale tra … Continua a leggere...

LA CONFLITTUALITA’ DEI GENITORI NON GIUSTIFICA L’AFFIDO ESCLUSIVO

Così ha stabilito la Corte di Cassazione nella sentenza del 3 dicembre 2012 n. 21591, ribadendo un principio che si va gradualmente consolidando e cioè che il conflitto genitoriale non può essere un elemento su cui fondare, in assenza di ulteriori presupposti, un affidamento esclusivo ad uno dei genitori. La Corte,  respingendo il ricorso di una madre che fra l’altro … Continua a leggere...

CONDOMINIO: LE NOVITA’ INTRODOTTE DALLA RIFORMA

Il Parlamento ha definitivamente approvato la riforma del condominio. La commissione Giustizia del Senato ha infatti approvato il 20 novembre 2012  il disegno di legge che prevede la modifica della disciplina degli immobili in condominio così come disciplinata dal codice civile del 1942.

In particolare, il nuovo disegno di legge cerca di armonizzare le norme del codice con le decisioni … Continua a leggere...

IL RIFIUTO DELL’ESAME DEL DNA E’ SUFFICIENTE PER LA PRONUNCIA DI PATERNITA’

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza 20235/2012 respingendo il ricorso di un cittadino di Trento contro la sentenza che ne dichiarava, su istanza della madre, la paternità naturale.

In particolare, l’uomo di era rifiutato di sottoporsi all’esame del DNA sostenendo che la sua “paternità” era pressoché impossibile a causa di una disfunzione erettile.

Tuttavia, i giudici … Continua a leggere...

MUTUO FONDIARIO NULLO SE L’IMPORTO FINANZIATO SUPERA l’80% DEL VALORE DELL’IMMOBILE

Il mutuo fondiario è un finanziamento a medio – lungo termine (superiore ai 18 mesi) garantito da ipoteca di primo grado su immobili e che  consente al cliente di godere di onorari notarili ridotti della metà, mentre la durata medio – lunga del prestito, permette di beneficiare di un regime fiscale agevolato secondo quanto previsto dal D.P.R. 601 del 29/09/1973.… Continua a leggere...

GRATUITO PATROCINIO: LA SUOCERA “DI FATTO” FA REDDITO

La Cassazione nella sentenza 44121/2012, ha  disposto la revoca dell’ammissione al gratuito patrocinio nei confronti del richiedente  che abitava insieme alla compagna e alla madre di lei,  considerando legittima la decisione del Tribunale di Fasano, giugno 2005, che aveva ritenuto di dovere cumulare nel reddito – ai fini della revoca del gratuito patrocinio – anche quello della suocera acquisita, determinando … Continua a leggere...

QUANDO IL TELEFONO SCOTTA: Telecom condannata al risarcimento per attivazione di servizi non richiesti

Il Giudice di Pace di Pozzuoli, ma analoghe  pronunce erano già state emesse dal Giudice di Pace di Benevento e Fondi, ha condannato Telecom al risarcimento danni in favore del titolare di una linea telefonica fissa che si era visto recapitare presso la sua abitazione un apparecchio Alice Voip  2PW1-FI Ready (con costo di noleggio di € 6,60 + IVA … Continua a leggere...

GARIBALDI E LO STRANO CASO DEL LEGNAME REQUISITO PER LE BARRICATE

Questa volta sottoponiamo a voi amici lettori non un caso giudiziario recente, legato all’ultima pronuncia della Cassazione, bensì risalente  al 1849. Si tratta di un episodio piuttosto curioso accaduto durante la breve vita della Repubblica Romana,  che offre un’ interessante lettura dei costumi giuridici del tempo.

Facciamo una breve premessa sul contesto storico. La repubblica Romana fu uno stato repubblicanoContinua a leggere...

IL LAVORATORE PUO’ RECUPERARE ANCHE DAL COMMITTENTE LA RETRIBUZIONE E I CONTRIBUTI NON VERSATI DAL PROPRIO DATORE

Può accadere che i lavoratori dipendenti delle aziende appaltatrici non percepiscano dal proprio datore di lavoro la retribuzione o addirittura che questo non versi i contributi previdenziali e assicurativi dovuti in ragione del rapporto lavorativo; in tali casi la legge ha previsto un importante strumento di tutela, di cui spesso i lavoratori sono ignari: il beneficio della responsabilità solidale del … Continua a leggere...

ANCHE LE SCALE SONO SOGGETTE A DISTANZA LEGALE DALL’ALTRUI PROPRIETA’

Il vicino che costruisce una scala che si affaccia sulla nostra proprietà deve rispettare le distanze?

Il quesito è sciolto da una recentissima pronuncia della Cassazione  (sentenza 18904/2012) che ha stabilito espressamente che anche le scale sono soggette alle regole delle distanze legali tra le costruzioni se da queste è possibile l’affaccio e la vista nella proprietà del vicino.

La … Continua a leggere...

IL REATO DI CAPORALATO: QUANDO DALLA LOTTA COLLETTIVA NASCONO DIRITTI

L’articolo 12 del Dl 13 agosto 2011 n. 138 (c.d. manovra di ferragosto) ha introdotto tra i delitti contro la persona nel codice penale, all’articolo 603-bis, il delitto di «Intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro». Nel testo della norma  si legge che “Salvo che il fatto costituisca più grave reato chiunque svolga un’attività organizzata di intermediazione, reclutando manodopera o Continua a leggere...

COMMETTE REATO IL PROPRIETARIO DELL’ABITAZIONE LOCATA CHE DISDETTA I CONTRATTI DI FORNITURA PER OTTENERE IL RILASCIO DELL’IMMOBILE

Questa la sentenza pronunciata dalla Corte di Cassazione Sez.VI Penale  (n.41675 del 25.10.2012).

La proprietaria di un appartamento locato era ricorsa al Giudice per far dichiarare lo sfratto per morosità dell’inquilino dell’immobile; tuttavia il Giudice di primo grado condotti gli accertamenti del caso concedeva all’inquilino termine di sei mesi per il rilascio dell’immobile.

In tale contesto la proprietaria allo scopo … Continua a leggere...

I CANI HANNO IL DIRITTO DI ABBAIARE. Firmato IL GIUDICE.

Per una volta Fido ha avuto la meglio!

Riportiamo con sommo apprezzamento la sentenza emessa dal Tribunale di Lanciano, in provincia di Chieti, che rende lecito il diritto del cane ad abbaiare. Il caso, vedeva contrapposti gli interessi di due vicini confinanti  presso il comune di Lanciano. Il vicino disturbato dal continuo abbaiare dei cani aveva citato in giudizio … Continua a leggere...

IL COEREDE PUO’ USUCAPIRE LA QUOTA DEGLI ALTRI COEREDI

Segnaliamo una interessante sentenza del Tribunale di Padova (Sezione 1 civile, Sentenza 27 agosto 2012, n. 2213), in cui si parla di usucapione della quota ereditaria. Secondo l’assunto del Tribunale ” Il coerede o il partecipante alla comunione può usucapire l’altrui quota indivisa della cosa comune soltanto allorché il comportamento materiale – continuo ed ininterrotto – attuato … Continua a leggere...

IL MARITO CHE IMPEDISCE ALLA MOGLIE DI RIENTRARE IN CASA COLPEVOLE DI VIOLENZA PRVATA

Così hanno sentenziato i giudici della Corte di Cassazione, Sezione 5 penale nella Sentenza 15 ottobre 2012, n. 40383; secondo gli ermellini l’ex coniuge ha il diritto di recarsi o abitare nella casa coniugale se non c’è un preciso atto che lo vieti e pertanto non può essere cacciato se vi fa rientro dopo essersi volontariamente allontanato. Il caso riguardava … Continua a leggere...

SE VOI FOSTE IL GIUDICE…

IL CASO.
Il cliente di un famoso istituto bancario a causa di una rovinosa gestione di bund da parte della banca, chiese al Tribunale la condanna dell’istituto al risarcimento dei danni per aver sottoscritto i contratti di investimento rivelatisi rovinosi in presenza di una sintomatologia psichiatrica di tipo depressivo, con ansia e attacchi di panico.
Il cliente sosteneva infatti che … Continua a leggere...

IL COEREDE CHE GODE IN MODO ESCLUSIVO DEL BENE EREDITARIO E’ OBBLIGATO ALLA RESTITUZIONE DEI FRUTTI CIVILI IN FAVORE DEGLI ALTRI

E’ frequente che successivamente alla morte di un congiunto, un erede si impossessi in maniera esclusiva di uno o più beni ereditari (un immobile, un terreno, ecc…) e che tale condizione perduri durante tutta la comunione ereditaria e fino alla divisione dell’asse ereditario protraendosi anche per anni, specialmente qualora sorgano contestazioni tra i vari coeredi circa i diritti sulla … Continua a leggere...

I FIGLI ADOTTIVI SONO LEGITTIMATI A FARE INDAGINI SULLA FAMIGLIA DI ORIGINE

La Corte Europea per i Diritti dell’Uomo ha condannato l’Italia con la sentenza del 25 settembre 2012, per  la contrarietà alla Convenzione di una norma del nostro ordinamento nazionale che vieta ad un soggetto abbandonato dalla nascita a conoscere le circostanze nelle quali è venuto al mondo e anche l’identità della madre.

Il caso era quello di una donna abbandonata … Continua a leggere...

INQUILINO FULMINATO PER MANCANZA DEL SALVAVITA: CONDANNATI IL PROPRIETARIO E L’AMMINISTRATORE DI FATTO

Il proprietario di casa e l’amministratore “di fatto”  rispondono penalmente della morte dell’inquilino rimasto fulminato per l’assenza di “salvavita “ all’interno dell’abitazione. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, con la sentenza 40050/2012, condannando l’anziana madre, proprietaria della casa e del figlio che in qualità di “amministratore di fatto” la aiutava nella gestione dell’immobile.

Lo sventurato inquilino fu raggiunto mentre … Continua a leggere...

PAZIENTE AFFETTO DA SLA: PUO’ DETTARE TESTAMENTO ATTRAVERSO IL COMUNICATORE OCULARE

Il testamento olografo si caratterizza per due elementi: la olografia dell’intero documento (tutto il documento va redatto di proprio pugno da parte del testatore) e la sottoscrizione. In mancanza di uno di essi il testamento non è valido e non produce effetti.

Il paziente affetto da SLA, si trova in uno stato di completa paralisi dei muscoli che impedisce la … Continua a leggere...

CONDANNATA LA MAESTRA: AVEVA FATTO SCRIVERE SULLA LAVAGNA PER 100 VOLTE “SONO DEFICIENTE”

Severa condanna della Cassazione per l’insegnante che aveva imposto per punizione a un alunno di scrivere per 100 volte “sono deficiente” sulla lavagna. Il ragazzo infatti si era reso responsabile di un episodio di bullismo nei confronti di un altro compagno di classe, pertanto, la maestra nell’intento di stigmatizzare il comportamento scorretto, aveva impartito questa punizione.

Ebbene, la Cassazione, con … Continua a leggere...

USUCAPIONE DI UN LOCALE CONDOMINIALE: POSSIBILE MA A DETERMINATE CONDIZIONI

La Cassazione, con la sentenza n. 13893/2012, ha confermato integralmente la precedente pronuncia  della Corte di Appello di Roma in merito all’accertamento della proprietà di un locale adibito a ricovero dei cassoni dell’acqua concludendo per la sua natura condominiale. Un condomino infatti aveva proposto ricorso per il riconoscimento in suo favore dell’usucapione del detto locale tecnico, sulla base del fatto … Continua a leggere...

SPACCIO: non scatta automaticamente il reato se si supera la quantità di “uso personale”

Il caso vedeva un uomo, in divisa da sciatore, sorpreso in possesso di 50 grammi di hashish; sia in primo che in secondo grado veniva ritenuto responsabile del reato di illecita detenzione di sostanza stupefacente, essendo considerato decisivo il quantitativo di sostanza stupefacente, in grado di consentire il confezionamento di oltre 160 dosi; tale quantitativo, superando pur i limiti  massimiContinua a leggere...

NESSUN ADDEBITO DELLA SEPARAZIONE PER IL MARITO FEDIFRAGO SE LA MOGLIE SI RIFIUTA DI AVERE FIGLI

La sentenza può sembrare paradossale, ma a ben vedere le motivazioni che sorreggono il ragionamento dei giudici risultano piuttosto ragionevoli. Nel caso trattato dalla Suprema Corte la moglie chiedeva l’addebito della separazione poiché il marito aveva intrattenuto una relazione extraconiugale. Di principio, la violazione del dovere di fedeltà impone la pronuncia di addebito; tuttavia nel presente caso il marito … Continua a leggere...

CONCORSO DOCENTI SCUOLA

Scarica il bando: [wpdm_file id=3]

Finalmente il Ministero ha pubblicato il bando del tanto atteso e sospirato concorso per il reclutamento di docenti.

Sono previste tre prove: una prima preselettiva formata da 50 domande in 50 minuti:  il test sarà composto da 18 domande di logica, 18 domande sulle capacità di comprensione del testo, 7 domande di informatica e 7 … Continua a leggere...

MOBBING ALLA NEO MAMMA: è reato!

Interessante sentenza della Corte Suprema (n. 36332 del 21 settembre 2012) , quella che inquadra nel reato di “violenza privata”, il comportamento del datore di lavoro che tenti di mobbizzare la dipendente appena rientrata al lavoro dopo il periodo di astensione obbligatoria per maternità.

Il titolare dell’azienda infatti obbligava la neomamma, al fine di costringerla a presentare le dimissioni, a … Continua a leggere...

REVOCA DELL’AFFIDAMENTO CONDIVISO SE I GENITORI NON SI PARLANO

La forte conflittualità tra due genitori separati, che non stabiliscono tra loro alcun dialogo, può portare al venir meno dell’affidamento condiviso della figlia nata dal matrimonio. La prima sezione civile della Cassazione ha  confermato le decisioni del Tribunale prima e della Corte d’Appello di Roma poi, con cui era stato stabilito l’affidamento in via esclusiva alla madre di una bambina, … Continua a leggere...

IMU : COSA FARE SE NON HAI PAGATO IN TEMPO LA SECONDA RATA

Il 17 settembre è scaduto il termine per il pagamento del secondo acconto dell’Imu sull’abitazione principale. Questa scadenza in realtà interessava solo chi, a giugno, ha scelto di versare in tre rate anziché in due.

Per chi si fosse fatto scappare il pagamento o avesse sbagliato il conteggio pagando meno del dovuto, è possibile comunque rimediare attraverso la procedura del … Continua a leggere...

QUANDO UNA SCRITTURA PRIVATA PUO’ ESSERE CONSIDERATA UN TESTAMENTO

La Cassazione, con la sentenza 28 maggio 2012, n. 8490 ha precisato come una scrittura privata, per essere considerata un testamento olografo, deve contenere la chiara volontà del testatore di disporre dei suoi beni per il tempo successivo alla morte. Il testamento olografo deve essere scritto, datato e sottoscritto dal testatore e non deve per forza contenere formule sacramentali; … Continua a leggere...

IL TRIBUNALE DI AVEZZANO CHIUDE!

Definitiva la decisione circa la soppressione di 31 Tribunali e 31 Procure disposta con decreto legislativo n. 156 del 07 settembre 2012, tra cui purtroppo anche Tribunale e Procura di Avezzano. A nulla è valsa la “resistenza” ideologica contro tali decisioni messa in atto dagli avvocati avezzanesi. L’unica consolazione, se così si può chiamare, sarà lo slittamento dell’accorpamento con l’Aquila Continua a leggere...

CONTRATTI A PROGETTO: COSA CAMBIA CON LA RIFORMA

Pensando di fare cosa utile per qualcuno di Voi lettori pubblichiamo un articolo che illustra sinteticamente le novità che la riforma del lavoro firmata dal Ministro Fornero ha previsto per i cosiddetti contratti a progetto o co.co.pro. Si tratta di una forma contrattuale molto diffusa nella fase di “accesso” al mondo del lavoro soprattutto per i giovani. Questa forma contrattuale … Continua a leggere...

LICENZIAMENTO LEGITTIMO PER IL LAVORATORE CHE CREA TENSIONE SUL POSTO DI LAVORO

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione nella sentenza n. 14575/2012,  respingendo l’impugnazione del licenziamento di una lavoratrice, ha stabilito che il comportamento “poco collaborativo” e “talvolta offensivo” nei confronti dei colleghi, autorizza il datore di lavoro al licenziamento per rottura del vincolo fiduciario. Nello specifico caso trattato la lavoratrice aveva creato una serie di contrasti tra dirigenti e impiegati … Continua a leggere...

SE VOI FOSTE IL GIUDICE…

IL MARITO RIFIUTA RAPPORTI SESSUALI, LA MOGLIE CHIEDE L’ADDEBITO DELLA SEPARAZIONE

Il Caso:

Un marito a causa di una violenta lite con sua moglie aveva rifiutato di intrattenere rapporti sessuali con lei per ben sette anni; in particolare,  la decisione di interrompere ogni rapporto, anche di natura sessuale, con la moglie, pur continuando i coniugi a vivere sotto lo stesso … Continua a leggere...

Gli under 35 possono costituire SRL semplificate a capitale ridotto.

A seguito di alcuni dubbi interpretativi sollevati circa la norma (art. 44 comma 1 D.L.83/2012) che ha introdotto la possibilità di costituire una società a responsabilità limitata semplificata e con capitale ridotto, il ministero dello Sviluppo Economico è intervenuto pubblicando la nota del 30 agosto 2012 ufficializzando la possibilità che i soci di una società a responsabilità limitata a … Continua a leggere...

CONDOMINIO: IL SOTTOTETTO SI PUO’ TRASFORMARE IN TERRAZZA AD USO ESCLUSIVO SENZA AUTORIZZAZIONE DEGLI ALTRI CONDOMINI

Nuovo indirizzo della Suprema Corte circa la trasformazione ad opera di un singolo condomino del sottotetto; modificando i precedenti orientamenti, la Cassazione con la sentenza n. 14107 del 03.08.2012 ha stabilito che il condomino può trasformare il sottotetto dell’edificio condominiale in “terrazza” senza dover ottenere necessariamente l’autorizzazione da parte degli altri condomini. Secondo la Suprema  Corte infatti il condomino, proprietario … Continua a leggere...

SE LA BANCA APPLICA TASSI DI INTERESSE PIU’ ONEROSI DI QUELLI PATTUITI CON IL CLIENTE DEVE RESTITUIRE LA DIFFERENZA

Condannata la banca che applica tassi più onerosi rispetto a quelli promessi in convenzione.
Pertanto, la banca deve correggere il saldo dei conti correnti di un cliente se applica tassi passivi di interesse diversi da quelli ai quali avrebbe diritto il correntista in base a una convenzione.

Questo e’ stato stabilito dalla Corte di cassazione – Sezione I civile – … Continua a leggere...

EPILAZIONE LASER: E’ DI COMPETENZA DEL MEDICO, I CENTRI ESTETICI NON POSSONO PRATICARLA

Il Tribunale civile di Modena, con la sentenza 14 giugno 2012, n. 947 ha ristretto le competenze professionali dei centri estetici, affermando che l’epilazione attuata mediante laser rappresenta una pratica medica e, di conseguenza, l’esecuzione appartiene esclusivamente al personale sanitario.

La sentenza ha deciso sul caso di una signora che si rivolgeva ad un centro estetico per l’epilazione definitiva al … Continua a leggere...

SE VOI FOSTE IL GIUDICE ?

 

Cari Lettori, inauguriamo una piccola rubrica dal titolo ” SE VOI FOSTE IL GIUDICE”, ne esiste una simile su un noto settimanale enigmistico, che mi ha sempre appassionato tanto, soprattutto sotto l’ombrellone…

La riproponiamo qui, riveduta e corretta, sperando possa divertirvi e  farvi anche scoprire alcune curiose sentenze della Cassazione e dei Tribunali italiani.  

 

  [colorvote id=”2″ style=”wpcvp-poll”]

SOLUZIONE Continua a leggere...

QUANDO IL MATRIMONIO (con un cittadino italiano) NON SALVA DALL’ESPULSIONE LO STRANIERO IRREGOLARE…

Il matrimonio con un cittadino italiano non salva dall’espulsione lo straniero irregolare, se è successivo alla notifica del decreto di espulsione. Così ha stabilito la Cassazione (sesta sezione civile) con la sentenza n. 11582 del 10 luglio 2012 che si è pronunciata in relazione al caso di uno straniero destinatario di un provvedimento di espulsione emesso prima che quest’ultimo si Continua a leggere...

AL CELLULARE DURANTE L’ORARIO DI LAVORO: LEGITTIMO IL LICENZIAMENTO

La Cassazione ha definito legittimo il licenziamento del lavoratore che, durante le ore di lavoro, effettuava telefonate personali. Con la sentenza n. 5371 del 4 aprile 2012, la Corte ha trattato il caso di un sorvegliante addetto all’ingresso di un ospedale che, nelle ore di servizio, invece di sorvegliare l’entrata e l’uscita delle persone, stava al telefono effettuando telefonate personali. … Continua a leggere...

EQUITALIA CONDANNATA: deve risarcire il danno morale per pignoramento illegittimo.
Così si è pronunciata la Corte di Cassazione (sez. III) con la  sentenza 11.06.2012 n° 9445 , in relazione al caso di un avvocato, che nonostante la vittoriosa opposizione ad una cartella di pagamento relativa a pregresse sanzioni amministrative, si  è visto notificare un avviso di mora da parte dell’ente creditore e dell’agente riscossore. L’avvocato, quindi, ha inviato all’ente riscossore
Continua a leggere...
SI’ AL RISARCIMENTO PER IL CONIUGE TRADITO!

La Cassazione riconosce il diritto al risarcimento per il coniuge in caso di tradimento, oltre alla condanna della separazione con addebito al coniuge fedifrago:”il desiderio di libertà e felicità” cercato all’esterno “comporta la disgregazione della famiglia” passibile di danni. In questo modo, la prima sezione civile – sentenza 8862 annullando la sentenza del gradi di appello- ha accolto il ricorso … Continua a leggere...

LE COPPIE OMOSESSUALI HANNO DIRITTO ALLA VITA FAMILIARE

Lo afferma la Cassazione nella sentenza n.4184 depositata giovedì 15 marzo, destinata a far discutere.
Una coppia gay che chiede il riconoscimento del proprio matrimonio contratto all’estero al comune di Latina dove sono residenti;  i due uomini si erano sposati nel 2002 a L’Aja ed avevano poi chiesto la trascrizione del certificato di nozze, come atto pubblico. Sebbene la Cassazione … Continua a leggere...

RUMORI MOLESTI IN CONDOMINIO: non è reato se disturbano solo i vicini!

Lo ha stabilito la Cassazione che ha annullato una condanna del Tribunale di Belluno a tre persone, una famiglia della stessa città, denunciate dall’amministratore di condominio e da cinque condomini per aver provocato rumori eccessivi «sbattendo con violenza le porte dell’appartamento e d’ingresso condominiale, urlando immotivatamente sulle scale del condominio, nonché sbattendo tavoli e sedie sul pavimento dell’appartamento da essi … Continua a leggere...

I DIVORZIATI HANNO DIRITTO DI RIFARSI UNA VITA : lo dice la Cassazione.

I divorziati hanno «diritto» a riprovare a costruirsi una nuova famiglia, dopo il fallimento del primo matrimonio, e questo diritto non può essere «degradato» a «livello di scelta individuale non necessaria». Con la sentenza 4551 del 23 Marzo 2012 la Corte ha respinto il ricorso presentato da una ex moglie che si opponeva alla riduzione dell’assegno di mantenimento per la … Continua a leggere...

È VALIDO IL TESTAMENTO CHE SI LIMITA A DISEREDARE

 

Nuovo indirizzo della Cassazione: il testamento olografo è valido anche se contiene solo una clausola di diseredazione senza nessuna disposizione attributiva di beni. Lo ha affermato la Suprema Corte con la sentenza 8352, depositata il 25 maggio 2012, che ha mutato il precedente orientamento. La sentenza n. 1458 risalente al 1967 aveva stabilito che il testatore può validamente escludere dall’eredità … Continua a leggere...

Cassazione: si può mandare a quel paese il capo-ufficio senza rischiare il licenziamento, purchè sia detto per scherzo!

Così ha stabilito la Cassazione nella pronuncia nr. 10426 dello scorso 22 giugno. Dopo aver ricordato che, nel caso di specie, la contrattazione collettiva, “prevede come sanzione il recesso solo se il diverbio litigioso è seguito dal ricorso a vie di fatto, nel recinto dello stabilimento e che rechi grave pregiudizio alla vita aziendale”, ha precisato che il “Vaffa” detto … Continua a leggere...

Il notaio rogante deve informare il compratore dell’abitabilità dell’immobile

Sì al ristoro anche se l’informazione era facilmente visibile dagli atti.

Il notaio rogante è tenuto a informare il cliente che l’immobile non è abitabile anche se l’informazione si evince facilmente dagli atti ed è tenuto a risarcirlo di quanto speso per condonare la casa.
Con una sentenza molto lunga – n. 10296 del 21 giugno 2012 – la Corte … Continua a leggere...

CANCELLATE IL COLPO DI FRUSTA! I medici legali denunciano pressioni da parte delle compagnie per non riconoscere l’esistenza delle lesioni.

L’A.N.E.I.S. (Associazione Nazionale Esperti di Infortunistica Stradale) torna sul decreto liberalizzazioni, in particolare, sulla riforma dell’art. 139 del Codice delle Assicurazioni, introdotta dal recente decreto che ha posto nuovi e più stringenti limiti al risarcimento del danno alla persona.

“Intendiamo difendere il diritto degli assicurati a farsi risarcire il danno subito – ha spiegato il Presidente di A.N.E.I.S, Luigi Cipriano … Continua a leggere...

Calcolo delle distanze: i concetti di costruzione e fabbricato

In tema di distanze legali tra gli edifici rientrano nel concetto civilistico di costruzioni le parti dell’edificio (quali, ad esempio, le scale e le terrazze) che, seppur non corrispondono a volumi abitativi coperti, sono destinate ad estendere nonché ampliare la consistenza del fabbricato.

Non sono, invece, computabili quelle sporgenze estreme del fabbricato che abbiano una funzione meramente ornamentale, di finitura, … Continua a leggere...

L’esito dell’etilometro può essere disatteso dal giudice

Ai fini della configurabilità della contravvenzione di cui all’articolo 186 del codice della strada, lo stato di ebbrezza del conducente del veicolo può essere accertato e provato con qualsiasi mezzo, e non necessariamente né unicamente attraverso la strumentazione e la procedura indicate nell’articolo 379 del regolamento di attuazione ed esecuzione del codice stradale.

E’ questo il principio ribadito dalla … Continua a leggere...

Fecodazione eterologa: nuova pronuncia della Consulta

“Sentenza tecnica della Consulta sulla fecondazione eterologa. «La Corte Costituzionale – si legge in una nota – si è pronunciata sulla questione di legittimità costituzionale» del divieto di fecondazione eterologa fissato dalla legge 40 del 2004 sulla procreazione medicalmente assistita, «sollevata dai Tribunali di Firenze, Catania e Milano, restituendo gli atti ai giudici rimettenti per valutare la questione alla luce … Continua a leggere...